Facebook usa l’intelligenza artificiale per bloccare i suicidi

È uno strumento già attivo su Facebook di cui pochi sanno l’esistenza. Essenzialmente è un grado di riconoscere quando un individuo ha intenzione di commettere un suicidio. Vediamo come funziona.

La mortalità giovanile per suicidio è un numero molto alto negli Stati Uniti, un numero attorno al quale collaborano associazioni, gruppi ecclesiastici e ospedalieri. Tentare di arginare questo fenomeno è, purtroppo, assai difficile. In tal senso Facebook sta facendo la sua parte, inserendo un algoritmo “intelligente” in grado di riconoscere il rischio di suicidio durante una diretta video. Sostanzialmente durante la trasmissione l’algoritmo può intervenire facendo apparire dei tasti che spingano l’utente a richiedere aiuto, al tempo stesso tali tasti saranno resi disponibili anche agli utenti che stanno guardando il video ma il video non sarà bloccato. L’algoritmo è attivo anche in Italia, offrendo all’utente la possibilità di chiamare i seguenti numeri:

  • Telefono Azzurro (se l’utente ha meno di 18 anni)
  • Telefono Amico

In tal senso anche l’applicazione Messenger è stata coinvolta in questo progetto, fornendo agli operatori specializzati la possibilità di interagire con il soggetto in difficoltà e offrire prontamente aiuto.

 

Riferimenti

Building a Safer Community With New Suicide Prevention Tools

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: