L’APP ufficiale per richiedere soccorso

La nuova APP del centro unico delle emergenze apre una nuova frontiera della richiesta di soccorso e, ovviamente, aggira le difficoltà e le lungaggini telefoniche che molte persone hanno lamentato.

La scorsa estate a Roma ho riscontrato un principio d’incendio. Da bravo cittadino mi sono impegnato a chiamare i Vigili del Fuoco per fare le opportune verifiche ma sono riuscito a prendere contatto con gli agenti solo oltre 10 minuti di attesa. E se il crimine fosse stato più serio?

L’applicazione si chiama 112 Where Are U ed è disponibile sia per Android, iOS che per Windows Phone. Al momento il servizio è disponibile per la Lombardia e la zona di Roma, come potete notare dallo screenshot effettuato direttamente dall’applicazione.

WhereAreU00008

Dopo l’installazione dell’applicazione, ci verrà chiesto di registrare il nostro numero telefonico, il nostro nome, cognome, sesso, data di nascita e foto. La procedura è estremamente rapida e questo lascia ben sperare per l’applicazione. L’interfaccia è abbastanza intuitiva. Esistono di base due controlli.

  • Richiesta di aiuto senza poter parlare
  • Richiesta di aiuto potendo parlare

In entrambe le situazioni si può richiedere l’intervento di diverse autorità:

  • Polizia
  • Ambulanza
  • Vigili del Fuoco

L’App effettua una chiamata al 112 (numero unico per le emergenze) e trasmette i dati del richiedente all’operatoreLa richiesta viene effettuata con immediatezza, aggirando l’ostacolo delle telefonate e fornendo agli utenti la possibilità di richiedere aiuto anche in quelle situazioni in cui parlare è impossibile (per pericoli, o per altre difficoltà).

Nella speranza che l’applicazione abbia un rapido sviluppo su tutto il territorio nazionale, viene da fare una considerazione importante circa la geolocalizzazione.

Al momento della prova dell’App, ero all’interno di un’abitazione al centro di Roma e, benché il GPS fosse attivato, la posizione non veniva presa dall’App.

L’applicazione viene concessa in licenza dall’Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU). Le specifiche per il suo funzionamento, sono:

  • Android versione 3.0 e successive
  • iOS 7.0 e successive
  • Windows Phone 8.0 e successive

Di seguito trovate alcuni screenshot utili a comprendere meglio le funzioni dell’interfaccia.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: