Intervista a LulzSecITA su OpPaperStormITA di Anonymous

LulzSecITA mi ha contattato qualche giorno fa per chiedermi se fossi interessato a scrivere dell’opPaperStormITA, ho accettato ma mi sono imposto una condizione: di lasciare che siano loro a rispondere alle domande più comuni, in modo che il messaggio arrivi senza alcuna distorsione…

In questi anni di Anonymous si è parlato in molti modi (e questo è normale). È un po’ meno normale riportare su blog, siti, testate editoriali, informazioni parziali o imprecise e per evitare il verificarsi di questa eventualità, ho sottoposto le domane principali di questa intervista a chi ne sa più di tutti. Buona lettura.

Prima di cominciare mi sembra giusto fare un po’ di chiarezza per i lettori. Che cosa è LulzSecITA?

Non è altro che un gruppo di hacker alleato ad Anonymous. LulzSec a differenza di Anonymous, viola siti di qualsiasi genere, per un semplice motivo, farsi una risata. Ma occhio a non incrociare LulzSecITA con Paperstorm, noi diffondiamo solo, dato che Anonymous ha riaperto il blog da pochi giorni.

Che cosa è #opPaperStormITA? In molti spesso si domandano “perchè le persone dovrebbero aderire ad una causa come questa?”

#OpPaperstormITA è un operazione di propaganda ideata da Anonymous, le persone che vogliono libertà e verità, quelle che sono stufe di menzogne, corruzione e censura, devono partecipare a questa operazione, in quanto è ideata appositamente per queste persone che si sentono in dovere di protestare, e può farlo anche tramite Anonymous, scendendo in strada, per una vera e propra tempesta di carta!

 

Spesso non si conosce l’estensione del fenomeno. Se doveste quantificare in qualche modo la partecipazione ad operazioni come #opPaperStormITA, cosa potreste affermare?

L’estensioni delle varie operazioni, parlando di partecipanti sono molto piccole in quanto si cerca di mantenere il tutto più segreto possibile. Ma se parliamo di #OpPaperstormITA, allora le cose cambiano, perchè si punta a coinvolgere il maggior numero di persone possibile, donne, uomini, di qualsiasi età.

 

Nelle regole di opPaperStormITA ci sono  consigli su come “agire” tra questi spicca: “lavora di notte o comunque quando c’è poca gente! Fai attenzione alle telecamere ed alla polizia, non lasciare tracce se non della tua arte! L’attivismo non è reato! Ma purtroppo negli ultimi tempi devi stare molto attento!” A che cosa vi riferite nello specifico?

Per lavorare di notte, o comunque quando c’è poca gente, intendiamo dire che non importa quanto l’operazione sia legale, è pur sempre fatta da Anonymous, quindi si cerca di evitare che possa andare storto qualsiasi cosa, e come detto, negli ultimi tempi non si può mai sapere, Anonymous è molto controllata ovunque!

 

Collegandomi alla domanda di prima vi chiedo: sembra quindi che voi non vogliate far commettere reati a nessuno. Questo ve lo chiedo perchè, come saprete, è opinione diffusa che chi difende le vostre idee lo fa a proprio scapito e contravvenendo alla legge. Avete la possibilità di chiarire una volta per tutte questo punto.

Un po di sano volantinaggio non è reato, ovviamente Anonymous è conosciuta per le varie azioni illegali che ha commesso, così si pensa che buttare qualche volantino/locandina nelle cassette per le lettere, o appenderle da qualche parte, sia illegale, invece no, è completamente legale e non c’è nulla di cui aver paura.

Vi lascio al volantino ufficiale.

Manifesto di Anonymous su OpPaperStormITA

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: