Quando la privacy diventa un business: Microsoft investe sulla Germania

Questa mattina una testata editoriale online ha pubblicato una notizia che, per gli addetti ai lavori, è nota ma fa comunque un certo effetto. L’articolo inizia con:

Microsoft sta aprendo nuovi data center in Germania per consentire ai clienti europei di nascondere le loro informazioni digitali dalla sorveglianza del governo degli Stati Uniti. I nuovi data center apriranno i battenti alla fine del 2016 e saranno gestiti da una filiale di Deutsche Telekom. Tuttavia, il Financial Times che ha riportato la notizia, evidenzia che i clienti dovranno pagare un extra per memorizzare i loro dati all’interno di queste strutture.

La sicurezza diviene, più che mai, un business per i lungimiranti, avvalendosi di paesi stranieri in grado di non fare troppe domande, rendendo possibili nuove forme di privacy.

Leggi tuttoQuando la privacy diventa un business: Microsoft investe sulla Germania

Nuova era della virtualizzazione: Docker è davvero la risposta?

Questa mattina in ufficio un collega mi ha girato un documento. Un provider italiano sta aggiornando i suoi sistemi e, oltre agli SSD, sta implementando la virtualizzazione tramite Linux Container e Docker. Prendo spunto da questo evento per chiarire alcuni aspetti riguardo questa tecnologia di virtualizzazione.

Leggi tuttoNuova era della virtualizzazione: Docker è davvero la risposta?

L’Italia è sotto attacco insieme all’Europa?

Questo articolo va preso con le pinze ma da circa metà agosto si stanno intensificando le violazioni degli account di posta elettronica. Si tratta di attacchi casuali che colpiscono i maggiori provider di posta. Personalmente ne ho registrati in Telecom, MC-LINK, Libero e Gmail. All’interno del mio ufficio, proprio ieri, ne parlavo con un collega ma …

Leggi tuttoL’Italia è sotto attacco insieme all’Europa?

Primo sequestro di BITCOIN in Italia

Oggi il venerdì si apre con una buona notizia, sul sito TGCOM si legge:

La polizia, al termine di una complessa indagine condotta in collaborazione con l’Europol e coordinata dalla Dda di Roma, ha sequestrato un vero e proprio “mercato dell’illecito” online, gestito da un italiano con attività illegali di ogni genere, dove le comunità pedofile si scambiavano informazioni per trovare materiale sempre aggiornato. Per la prima volta in Italia sono stati sequestrati anche bitcoin.

Leggi tuttoPrimo sequestro di BITCOIN in Italia

E se ti hackerano la macchina?

Vi avverto, è una notizia datata.

No, non è lui a guidare bensì un computer e ormai sappiamo quasi tutto sulle macchine pilotate dai computer. La prima cosa che sappiamo è che sanno guidare per migliaia di chilometri, la seconda cosa che sappiamo è che lo sanno fare bene, la terza cosa è che per loro fa poca differenza se fanno montagna, città o se devono fare una sgommata: possono farlo meglio degli uomini e infine sappiamo un’altra cosa. Possono essere hackerate.

Leggi tuttoE se ti hackerano la macchina?

Hacking Team infettava i clienti dopo averli distratti per una demo

Ed è questo che si legge in una mail di riepilogo di Lorenzo Invernizzi, di Hacking Team. Una mail dai caratteri decisamente poco etici che è stata rilasciata su Wiki Leaks e che, diciamoci la verità, fa discutere. UEFI infection: the “UEFI part” worked good and the BIOS got infected (as far as we could …

Leggi tuttoHacking Team infettava i clienti dopo averli distratti per una demo

Hacking Team: Flash è corrotto ma si sapeva dal 2014

Qualche minuto fa un collega mi ha gentilmente avvertito che il prodotto di Hacking Team è in grado di installarsi su qualsiasi sistema sfruttando Adobe Flash. Vediamo perché, e come difendersi anche se queste informazioni sono vecchie di oltre un anno. Ebbene sì…

Leggi tuttoHacking Team: Flash è corrotto ma si sapeva dal 2014

Lo scandalo Hacking Team, Aruba e Carabinieri, tanto fumo per nulla.

 

Hacking Team, su richiesta dei ROS dei Carabinieri, ha collaborato con ARUBA alla “frode” di alcuni indirizzi IP che appartenevano ad un importante provider internazionale: Santrex, impossessandosi di tali indirizzi illecitamente, mediante una forzatura del BGP (Border Gateway Protocol). Tale protocollo, come spiegato da Wikipedia, è

usato per connettere tra loro più router che appartengono a sistemi autonomi (Autonomous System, AS) distinti e che vengono chiamati router gateway o router di bordo/confine. È quindi un protocollo di routing inter-AS, nonostante possa essere utilizzato anche tra router appartenenti allo stesso AS (nel qual caso è indicato con il nome di iBGP, Interior Border Gateway Protocol), o tra router connessi tramite un ulteriore AS che li separa.

Su internet appaiono i primi post di condanna che, a mio personale giudizio, sono piuttosto sciocchi.

Leggi tuttoLo scandalo Hacking Team, Aruba e Carabinieri, tanto fumo per nulla.

Hacking Team: l’alba di un nuovo giorno…infernale

Abbiamo perso la capacità di controllare chi utilizza la nostra tecnologia. Terroristi, estorsori ed altri possono implementarla a volontà. Crediamo sia una situazione estremamente pericolosa, è oramai evidente che esiste una grave minaccia.

Questo viene riportato in un articolo di Tom’s Hardware, a fronte di una tecnologia mantenuta all’interno di una società di sicurezza e intelligence informatica dove le password, in parole povere, quasi non esistevano.

Leggi tuttoHacking Team: l’alba di un nuovo giorno…infernale