LulzSecITA, il MIUR e l’ignoranza italiana:perdonate lo sfogo

L’altro giorno, mentre navigavo su internet, mi è apparsa una notifica che diceva così “LulzSecITA ha iniziato a seguirti”. Forse voi non sapete bene chi sia LulzSecITA e quindi vi invito a fare un giro sul loro Twitter cliccando qui. Però, mentre molti insultano ed offendono soggetti come LulzSecITA, io vi chiedo di fare una cosa diversa…leggete qui.

Leggi tuttoLulzSecITA, il MIUR e l’ignoranza italiana:perdonate lo sfogo

Il futuro delle password

Sono anni che nel ramo ICT si discute sull’alternativa all’impiego delle password. Sono tante, spesso inadatte a tutelare le informazioni che vogliamo proteggere. Da una parte la sicurezza, la conformità della parola chiave, e dall’altra l’usabilità, la capacità di essere ricordata, la facilità d’impiego. Quale potrebbe essere l’alternativa alla classica password?

Leggi tuttoIl futuro delle password

Quando e perché le vostre password non sono sicure

password_decrypting_600x_394

In numerose realtà pubbliche e private mi è capitato di notare un errore molto comune, prettamente tecnico che, tuttavia, vanifica le disposizioni normative apparentemente seguite. Si tratta, in parole semplici, di “mischiare” i dati all’interno dei database. Dati che, ovviamente, hanno una sensibilità diversa e che quindi, in teoria, dovrebbero avere livelli di sicurezza diversi. L’origine di questo problema è doppio: ignoranza e speculazione. Vediamo come mai.

Leggi tuttoQuando e perché le vostre password non sono sicure