Nexi: timori di data breach

Nella giornata di ieri (30 luglio 2019) si è sparsa una notizia in merito all’ipotesi che la Nexi, colosso dei pagamenti digitali, avesse subito un data-breach da parte di hacker. L’ipotesi, mai confermata dall’azienda, ha dei connotati piuttosto interessati che cercheremo di analizzare.

Leggi tuttoNexi: timori di data breach

Data breach in ambito sanitario

Quali potrebbero essere le conseguenze di un data breach su dati sanitari all’interno di una struttura ospedaliera? Tre scenari per descrivere i rischi più comuni e spesso trascurati a cui va incontro l’infrastruttura IT ma anche il paziente. Questo articolo è stato pubblicato da Agenda Digitale ed è anche reperibile a questo link.

Leggi tuttoData breach in ambito sanitario

GDPR e cifratura: incomprensioni e consigli

Da qualche tempo mi capita di confrontarmi con colleghi e amici sulle tematiche della cifratura e del GDPR. Si tratta di un argomento complesso che spesso ingenera fraintendimenti se non pericoli per la gestione e la conservazione dei dati. Affrontiamo insieme il tema in modo chiaro e risolutivo.

Leggi tuttoGDPR e cifratura: incomprensioni e consigli

Cyber Security: negli Stati Uniti la situazione non è poi così tanto rosea

Il 16 marzo la CNBC pubblica un interessante articolo in merito alla cyber security e alla responsabilità personale dei dipendenti governativi sui dati caricati all’interno dei devices o delle informazioni trattate. I risultati non sono molto confortanti.

Leggi tuttoCyber Security: negli Stati Uniti la situazione non è poi così tanto rosea

Il Garante sfida gli operatori sulla data retention

Data Retention: ieri la Camera ha approvato la Legge Europea 2017 che, tra i vari obiettivi, ha anche quello di innalzare gli anni di conservazione delle comunicazioni telefoniche e telematiche. Il Garante ha fatto sentire la sua voce ma, come spesso accade, è stato ignorato.

Leggi tuttoIl Garante sfida gli operatori sulla data retention

Yahoo! Ma davvero sorprende questo furto di dati?

Una doverosa premessa La sicurezza ICT internazionale è qualcosa di cui si sente parlare poco. Spesso sentiamo parlare di sicurezza ICT nazionale ma della “globale” quasi mai. Ricorderete del furto di identità avvenuto per mano di un giovanissimo hacker Russo, furto che colpì alcuni provider tra cui anche Yahoo! (trovate l’articolo qui). In quell’occasione Yahoo! …

Leggi tuttoYahoo! Ma davvero sorprende questo furto di dati?

Hacking Team: l’alba di un nuovo giorno…infernale

Abbiamo perso la capacità di controllare chi utilizza la nostra tecnologia. Terroristi, estorsori ed altri possono implementarla a volontà. Crediamo sia una situazione estremamente pericolosa, è oramai evidente che esiste una grave minaccia.

Questo viene riportato in un articolo di Tom’s Hardware, a fronte di una tecnologia mantenuta all’interno di una società di sicurezza e intelligence informatica dove le password, in parole povere, quasi non esistevano.

Leggi tuttoHacking Team: l’alba di un nuovo giorno…infernale